Come avviene la donazione

Esistono due tecniche diverse di donazione.
Entrambe sono estremamente sicure per il donatore e praticamente indolori.

Prelievo di sangue periferico

La donazione, in questo caso, prevede la somministrazione, nei 5 giorni precedenti la donazione, di un farmaco che promuove la crescita delle cellule staminali nel midollo osseo e il loro passaggio al sangue periferico.

Tale tipologia di prelievo si chiama aferesi.

Si avvale dell’utilizzo di separatori cellulari: il sangue prelevato da un braccio attraverso un circuito sterile entra in una centrifuga dove la componente cellulare utile al trapianto viene isolata e raccolta in una sacca, mentre il resto viene reinfuso nel braccio opposto.

Prelievo dal midollo osseo

Consiste nel prelievo del midollo osseo dalle ossa del bacino. Il donatore viene sottoposto ad un’anestesia generale o epidurale, così che non senta alcun dolore durante l’intervento. Questa modalità di donazione ha una durata media di circa 45 minuti. Dopo il prelievo, il donatore è tenuto normalmente sotto controllo per 24/48 ore prima di essere dimesso e si consiglia comunque un periodo di riposo precauzionale di 4-5 giorni. Il midollo osseo prelevato si ricostituisce spontaneamente in poco più di una settimana. Il donatore generalmente avverte solo un lieve dolore nella zona del prelievo, destinato a sparire in pochi giorni.

Vuoi saperne di più?

Contatta Admo Marche

Compilando questo modulo autorizzo Admo Marche al trattamento dei dati personali come stabilito dal Regolamento Europeo 679/2016 sulla Protezione dei Dati Personali.

I nostri Partners

Grazie a chi sostiene ogni giorno il nostro lavoro.